Синтаксические и функционально-семантические особенности употребления условного наклонения в итальянском языке

Статья - Разное

Другие статьи по предмету Разное

Скачать Бесплатно!
Для того чтобы скачать эту работу.
1. Пожалуйста введите слова с картинки:

2. И нажмите на эту кнопку.
закрыть



izionale dellapodosi gli sembra favorevole, linterlocutore tender a soddisfare la condizione (cio il desiderio del parlante) per ottenere la conseguenza: quanto dovrebbe accadere con i costrutti in (94a), (95a) e (96); in (95b) invece linterlocutore non cercher di ottenere il contenuto proposizionale dellapodosi (che vede come negativo), non soddisfacendo quindi il nondesiderio espresso dalla protasi. Questo tipo di inter-pretazione, possibile appunto in un costrutto introdotto da se, come (95b), non ha luogo in (94b) a causa della presenza di purch, a patto che e a condizione che, che richiedono, oltre ad un contenuto proposizionale dellapodosi positivo per linterlocutore, anche un contenuto proposizionale della protasi desiderato, o per lo meno presentato come tale dal parlante.

Tutti questi operatori lessicalmente ricchi, che impongono alcune limitazioni ai contenuti proposizionali di protasi ed apodosi, risultano inappropriati (pur con lievi differenze da elemento ad elemento) con alcuni dei costrutti condizionali di tipo specifico illustrati precedentemente. In particolare appaiono inaccettabili o marginali se combinati con costrutti bi-negativi, bi-affermativi, e con protasi che presentano condizioni sullesecuzione di azioni linguistiche (in questultimo caso alcuni operatori risultano accettabili):

 

(97) a. Qualora / Ove / Laddove / Ammesso che / Supposto che /

Nel caso che / Nellipotesi che / Nelleventualit che / Purch / A patto che / A condizione che tu giochi bene a tennis, io sono Ivan Lendl.

b. Qualora / Ove / Laddove / Ammesso che / Supposto che /

Nel caso che / Nellipotesi che / NelTeventualit che / Purch / A pano che / *A condizione che la situazione nel Golfo Persico sia critica, quella dei campi profughi di Gaza non ceno allegra.

c. Qualora / Ove / Laddove / Ammesso che / Supposto che / Nel caso che / Nellipotesi che / Nelleventualit che / Purch /

A patto che / A condizione che tu abbia fame, ci sono dei biscotti nella credenza.

 

Per quanto riguarda la concordanza dei modi e dei Tempi, questi operatori condividono la concordanza di se limitatamente alla combinazione congiuntivo + condizionale:

 

(98) a. Nelleventualit che piovesse molto forte, uscirei con lombrello.

b. Ammesso che quelledificio fosse stato venduto, nellarchivio del catasto ce ne sarebbe traccia.

c. Nel caso che Enrico fosse a casa, avrebbe risposto al telefono.

d. Qualora non foste arrivati in ritardo, non avreste perso il treno.

 

Nei casi in cui se introduce costrutti con indicativo in protasi ed apodosi, questi operatori si combinano con congiuntivo presente e perfetto nella protasi, e con lindicativo nellapodosi:

 

(99) a. Se domenica ci sar bel tempo, andremo a sciare.

b. Supposto che domenica ci sia bel tempo, andremo a sciare.

c. Se hai comprato il giornale, possiamo vedere che film ci sono.

d. Ammesso che tu abbia comprato il giornale, possiamo vedere che film ci sono.

 

k) Protasi con modi verbali non finiti

 

Purch, a patto che e a condizione che presentano delle varianti che introducono protasi allinfinito: pur di, a patto i, e a condizione di. Questi operatori condividono le restrizioni sui contenuti proposizionali di protasi ed apodosi , ma esprimono in modo ancora pi forte la connotazione finale, al punto che non possono combinarsi con protasi allinfinito composto:

 

(100) a. Pur di / A patto di / A condizione di ottenere un lavoro,

sono disposto a trasferirmi in unaltra citt.

b. Pur di / A patto di / A condizione di avere ottenuto un lavoro, sarei stato disposto a trasferirmi in unaltra citt.

La protasi allinfinito semplice pu invece combinarsi con lapodosi allindicativo ed al condizionale:

(101) a. Pur di avere quel prestito, ho firmato / firmo / firmer tutte le cambiali che volevi / vuoi / vorrai.

b. A patto di lavorare con te, accetterei qualsiasi condizione.

c. A condizione di partire con te, Enrico avrebbe disdetto ogni impegno di lavoro.

(Il soggetto non espresso dellinfinitiva obbligatoriamente coreferente con il SOGGETTO della predicazione dellapodosi sovraordinata).

Le protasi allinfinito compaiono anche introdotte semplicemente da a, che semanticamente appare molto pi neutro degli operatori appena citati, ma compare preferibilmente con lespressione di condizioni sulle azioni linguistiche eseguibili con lapodosi :

(102) a. A dirti la verit, ti trovo ingrassato.

b. Se posso / devo dirti la verit, ti trovo ingrassato.

 

La combinazione di a con una protasi allinfinito composto non completamente esclusa (mentre lo era nel caso di pur di, ecc., v. (100)), ma comunque marginale:

 

(103) a. Ad essere arrivati in tempo, non avremmo perso il treno.

b. Ad avermi dato retta, ti saresti trovato meglio.

 

Anche un gerundio pu essere interpretato come espressione della protasi di un periodo ipotetico, (104)-(106), a meno che non si tratti di un gerundio composto, che provoca una lettura causale, fattuale, (107):

 

(104) a. Mangiando molto, ingrasso / ingrasser.

b. Se mangio molto, ingrasso / ingrasser.

(105) a. Mangiando molto, ingrasserei.

b. Se mangiassi molto, ingrasserei.

(106) a. Mangiando molto, sarei ingrassato.

b. Se avessi mangiato molto, sarei ingrassato.

(107) a. Avendo mangiato molto, ingrasso / ingrasser.

b. Se ho mangiato molto, ingrasso / ingrasser.

c. Poich ho mangiato molto, ingrasso / ingrasser.

 

Sempre a causa dellinterpretazione causale del gerundio composto, esso incompatibile con una sovraordinata al condizionale:

 

(108) Avendo mangiato molto ingrasserei / sarei ingrassato.

 

Un gerundio semplice pu avere interpretazione ipotetica se si combina con apodosi al condizionale, e allindicativo presente o futuro semplice, come abbiamo visto in (104)-(106), ma se si combina con una apodosi con tempi passati dellindicativo emerge di nuovo una interpretazione causale:

(109) a. Arrivando in tempo, non abbiamo perso / perdemmo il treno.

b. ?Se siamo arrivati in tempo, non abbiamo perso / perdemmo il

treno.

c. Poich siamo arrivati in tempo, non abbiamo perso / perdemmo il treno.

 

Anche un participio perfetto, accompagnato facoltativamente da se, pu esprimere la protasi di un costrutto condizionale:

 

(110) a. (Se) Preso in tempo, un raffreddore si cura in tre giorni, b. Se viene preso in tempo, un raffreddore si cura in tre giorni.

 

l) Ordine delle proposizioni nella frase complessa

 

I costrutti condizionali di vario tipo esemplificati finora presentano la protasi prima dellapodosi, ma, data la mobilit caratteristica delle proposizioni subordinate circostanziali rispetto alle loro sovraordinate, si possono trovare anche costrutti in cui lapodosi preceda la protasi:

(111) a. Se mi dai i soldi compro la casa.

b. Compro la casa se mi dai i soldi.

I due possibili ordini delle proposizioni allinterno di una frase complessa non sono comunque del tutto liberi, in quanto rispondono in primo luogo allesigenza di rispettare la sequenza non marcata dato-nuovo. Un costrutto condizionale avr la protasi prima dellapodosi se il contesto linguistico precedente ha presentato il contenuto proposizionale della protasi; se viceversa il contesto linguistico precedente ha presentato il contenuto proposizionale dellapodosi, nel costrutto lapodosi preceder la protasi:

 

(112) a. Parlante A: Cosa farai se ti do i soldi?

b. Parlante B: Se mi dai i soldi compro la casa.

c. Compro la casa se mi dai i soldi.

(113) a. Parlante A: A che condizioni comprerai la casa?

b. Parlante B: Compro la casa se mi dai i soldi.

c. Se mi dai i soldi compro la casa.

 

Lordine non per lunico elemento in gioco nel rapporto dato-nuovo, poich il rilievo prosodico, in questo caso la presenza di un picco into-nativo sulla proposizione in prima posizione, permette di usare le sequenze e. in (112) e (113) con lo stesso significato delle sequenze in b.:

(114) Parlante A: Cosa farai se ti do i soldi?

Parlante B: COMPRO LA CASA se mi dai i soldi.

(115) Parlante A: A che condizioni comprerai la casa?

Parlante B: SE MI DAI I SOLDI compro la casa.

 

(114) contiene una emarginazione o dislocazione a destra della protasi, mentre in (115) si tratta di una topicalizzazione della protasi , nelle quali laccento fecalizza lelemento in prima posizione (la sequenza non marcata dato-nuovo pu essere inoltre rovesciata anche tramite luso delle frasi scisse).

 

Mentre i costrutti con

s