Синтаксические и функционально-семантические особенности употребления условного наклонения в итальян...

Дипломная работа - Разное

Другие дипломы по предмету Разное

Скачать Бесплатно!
Для того чтобы скачать эту работу.
1. Пожалуйста введите слова с картинки:

2. И нажмите на эту кнопку.
закрыть



o dallapodosi. Il costrutto esprime globalmente unipotesi ed instaura fra il contenuto proposizionale della protasi (che simbolizzeremo con p) e quello dellapodosi (che simbolizzeremo con q) un rapporto del tipo condizione-conseguenza.

Per esempio, con una frase come (1) si ipotizza che, soddisfatta la condizione di una partenza sufficientemente mattiniera (p), si avr come conseguenza un viaggio tranquillo per la scarsit di traffico (q): p e q non sono presentati sicuramente ed indipendentemente come veri, ma data la verit di p deve seguirne la verit di q. Questo aspetto del significato di un costrutto condizionale pu essere cos riassunto: un costrutto condizionale ipotizza che i contenuti proposizionali di protasi ed apodosi siano entrambi veri (se p, q - Pvero E qvero).

 

Nel caso in cui alla partenza mattiniera (p) faccia poi sguito un viaggio clamorosamente ritardato dal traffico (non-q) la frase in (1) sar considerata un cattivo consiglio, oppure una previsione sbagliata: un costrutto condizionale non prevede che il contenuto proposizionale della protasi sia vero e che quello della apodosi sia falso.

Inoltre nella comunicazione quotidiana, ordinaria, lenunciazione di una sequenza come (1) suggerisce allinterlocutore che una partenza ritardata (non-p) avrebbe come conseguenza lincontro di un denso traffico (non-q). Questo suggerimento, esprimibile con (5), una inferenza sollecitata (o invitata) dal costrutto condizionale esemplificato in (1), e mostra un altro aspetto del significato di un periodo ipotetico, cos riassumibile: un costrutto condizionale ipotizza che i contenuti proposizionali di protasi ed apodosi siano entrambi falsi (se p, q pFalso E q Falso):

(5) Se non partiamo abbastanza presto, troveremo molto traffico.

Unendo quanto proposto finora, possiamo dire che un costrutto condizionale ipotizza che i contenuti proposizionali di protasi ed apodosi possano essere o entrambi veri, o entrambi falsi (grazie allinferenza sollecitata).

Questo significato, ottenuto per (1) combinando appunto (1) e (5), ovvero la sua inferenza sollecitata, corrisponde a quello espresso direttamente ed esplicitamente da un costrutto condizionale con la protasi introdotta dalloperatore di subordinazione solo se:

(6) Solo se partiamo abbastanza presto non troveremo molto traffico.

Un costrutto come (6), detto bi-condizionale, ha un significato parafrasabile proprio con laccostamento di (1) e di (7):

(7) Se non partiamo abbastanza presto, troveremo molto traffico.

La sinonimia tra i costrutti condizionali e quelli bicondizionali, e tra gli operatori di subordinazione se e solo se, per solo apparente: un costrutto bicondizionale, grazie alla presenza di solo se, ha sempre e per forza linterpretazione ottenibile combinando insieme gli schemi presentati sopra, mentre un costrutto condizionale semplice pu avere sia linterpretazione bicondizionale (grazie allinferenza sollecitata) sia linterpretazione pi debole, priva dellinferenza sollecitata.

Per esempio, una sequenza come (8) presenta, tramite la coordinazione dei due infiniti, non una ma due condizioni, e pu essere parafrasata con un costrutto che abbia due protasi coordinate, una per ogni condizione, come (9):

(8) Se continua a non piovere e a non nevicare, la prossima estate rischieremo la siccit.

(9) Se continua a non piovere e se continua a non nevicare, la prossima estate rischieremo la siccit.

Ma in (9) non possibile dare una interpretazione bicondizionale alle due protasi, e non possibile sostituire i due se con due solo se, come si vede dalla inaccettabilit di (10):

(10) Solo se continua a non piovere e solo se continua a non nevicare, la prossima estate rischieremo la siccit.

Infatti il significato di solo entra in contraddizione con il significato di e; lunica interpretazione possibile per i due se di (9) quella semplice, priva dellinferenza sollecitata. Linterpretazione bicondizionale (con linferenza sollecitata) pu emergere solo combinando le due condizioni in un unico contenuto proposizionale complesso; cos linterpretazione di (11) pu essere parafrasata con laccostamento di (12a-b):

(11) Solo se continua [a non piovere e a non nevicare], la prossima estate rischieremo la siccit.

(12) a. Se continua [a non piovere e a non nevicare], la prossima estate

rischieremo la siccit.

b. Se non continua [a non piovere e a non nevicare], la prossima estate non rischieremo la siccit.

Formalizzeremo quindi la differenza di significato esistente fra i costrutti bi-condizionali ed i costrutti condizionali con gli schemi rappresentati rispettivamente in (13) ed in (14):

(13) Solo Se p, q Pvero E qvero O pFalso E qFalso

(14) Se p, q pVero E qvero (O Pfalso E qFalso)

 

b)Concordanza dei tempi e semantica dei modi

 

Litaliano presenta un sistema standard di concordanza di modi e Tempi verbali allinterno dei costrutti condizionali, che nella lingua contemporanea affiancato da una variante colloquiale che si sta diffondendo anche a livelli pi alti, e da un sistema substandard tipico solamente di alcune variet pi basse.

Nel primo sistema possibile avere lindicativo in protasi ed apo dosi, come in (15), il congiuntivo imperfetto nella protasi e il condizionale semplice nellapodosi, come in (16), e il congiuntivo piuccheperfetto nella protasi e il condizionale composto nellapodosi, come in (17) :

(15) Se vieni alla festa, ti divertirai moltissimo.

(16) Se venissi alla festa, ti divertiresti moltissimo.

(17) Se fossi venuto alla festa, ti saresti divertito moltissimo.

La variante colloquiale del sistema standard, presente talora anche in livelli pi alti, prevede la possibilit che lindicativo imperfetto sostituisca il congiuntivo piuccheperfetto nella protasi e / o il condizionale composto nellapodosi, come in (18):

(18) a. Se lo sapevo prima, sarei arrivato in tempo a salutarti.

b. Se lo sapevo prima, arrivavo in tempo a salutarti.

c. Se lavessi saputo prima, arrivavo in tempo a salutarti.

Il tipo in (18b) presente nel seguente es. da Manzoni, che riproduce il parlato spontaneo:

(19) Se mi saccostava un passo di pi, soggiunse, linfilavo addirittura, prima che avesse tempo di accomodarmi me, il birbone (A. Manzoni, promessi sposi, cap. XXXTV)

Nellapodosi si pu avere anche il piuccheperfetto con valore di compiutezza :

(20) Se non fosse successo / succedeva quellincidente, a questora eravamo gi arrivati.

Nel sistema substandard invece dei modi congiuntivo e condizionale appare lindicativo, cos che (2 la) corrisponde allincirca a (15) (ma a volte anche a (16)), mentre (21b) corrisponde allincirca a (16) e (17) (anche questo sistema pi complesso di quanto appaia da questa sintetica presentazione, e le corrispondenze con il sistema standard sono pi irregolari di quanto qui accennato:

(21) a. Se vieni alla festa, ti divertirai un sacco.

b. Se venivi alla festa, ti divertivi un sacco.

In vari usi dialettali sono pi diffusi sistemi simmetrici, con congiuntivo in protasi ed apodosi oppure condizionale in protasi ed apodosi. Questi usi, decisamente substandard, sono ritenuti concordemente inaccettabili, e tuttavia appaiono frequentemente sia in variet regionali sia anche come lapsus. Alcuni ess. sono:

(22) Se io fossi uomo ci andassi ogni sera (D. Dolci, Conversazioni, Torino, 1962, p. 290)

(23) Io sono sicuro che se farei il boia riuscirei bene (lo speriamo che me

la cavo. Sessanta temi di bambini napoletani, a cura di M. DOtta, Milano, Mondadori, 1990, p. 41)

Luso del congiuntivo nellapodosi caratteristica di certo parlato spontaneo meridionale.

Luso del condizionale anche nella protasi, come in (23), molto comune nel linguaggio infantile in tutta Italia.

Non sembra possibile, invece, la combinazione con condizionale nella protasi e congiuntivo nellapodosi.

 

c)Il sistema dellitaliano standard

 

Nellitaliano standard possibile trovare diverse combinazioni di Tempi verbali dellindicativo in protasi ed apodosi; sono possibili, per esempio, presente pi presente, come in (24a), e presente pi futuro semplice, come in (24b):

(24) a. Se piove, esco con lombrello.

b. Se (domani) piove, uscir con lombrello.

Non c una corrispondenza obbligatoria fra Tempo verbale e tempo cronologico: in (24a) ad esempio il presente non necessariamente deittico, anzi pi facilmente interpretabile come presente atemporale, e in (24b) orientato, anche grazie alla presenza di domani nella protasi e di un tempo futuro nellapodosi, verso il futuro.

Sono poi possibili combinazioni di fut

s